LA 2G IN GITA IN TOSCANA

Written by admin. Posted in News, Notizie home

Dal 26 al 28 marzo la 2^G si è recata in Toscana per un viaggio di istruzione: Pisa, Lucca, il Parco di Massaciuccoli e Viareggio le mete. Partenza lunedì 26 con il treno Frecciabianca che ci ha portati a Pisa dove, zaino in spalla, ci siamo recati al Museo degli strumenti per il calcolo: dopo un laboratorio sulla crittografia che per noi non ha più segreti, abbiamo visitato le sale del museo con le antenate delle nostre calcolatrici e il padre dei computer italiani creato grazie ad Adriano Olivetti; un salto nel passato anche per le nostre prof.sse La Rosa e Sangiorgio che, mano al joystick, su un vecchio Commodore 64 si sono sfidate a Pac-man e la visita si è conclusa. Ci siamo spostati poi in Piazza dei Miracoli, tappa d’obbligo a Pisa: scattate le foto di rito sotto la Torre pendente nelle pose più improbabili, pranzo sul manto verde alle spalle della Cattedrale e poi di nuovo in cammino passando dalla Scuola Normale di Pisa (dove forse un giorno qualcuno di noi compirà i suoi studi…) verso Palazzo Lanfranchi, sede del Museo della Grafica. Ricevute alcune dritte sulle tecniche di stampa, abbiamo creato le nostre matrici per stampare delle vere opere d’arte (!) che abbelliranno il nostro laboratorio. Dopo un pausa con musica e giochi sotto il murale Tuttomondo di Keith Haring, di nuovo in treno alla volta di Lucca, sistemazione in hotel, cena e pronti per la prima notte, inconsapevoli delle camminate che ci aspettavano il giorno seguente.Martedì 27 visita guidata della città con ciceroni d’eccezione… proprio noi che a turno abbiamo illustrato ai compagni la storia della città, i suoi monumenti e i luoghi simbolo da Piazza Napoleone a Piazza Anfiteatro, le manifestazioni e le leggende di Lucca. Non poteva mancare la salita alla Torre Guingi, 230 scalini per ammirare la città dall’alto e il meraviglioso panorama delle Apuane. Pranzo sui Bastioni e poi pronti a sfidarci, mappa alla mano, alla caccia al monumento: divisi in due squadre ci siamo mossi per la città alla ricerca dei monumenti in una corsa contro il tempo per arrivare per primi alla tappa finale del gioco. Per dovere di cronaca, ha vinto la squadra “Paolo Guinigi” formata da Alessia, Eugenio, Alice, Andrea, Luca P., Luca Q., Klaus, Mattia R. e Marco accompagnati dalla prof.ssa La Rosa. Recuperati i bagagli in hotel, un’ultima passeggiata sulle mura e con l’autobus abbiamo raggiunto Quiesa, una frazione di Massarosa alle porte del parco di Massaciuccoli, dove abbiamo alloggiato in un ostello sperduto e immerso nella campagna; per non farci sentire la nostalgia di casa, ci hanno servito a cena delle trofie al pesto. Seconda notte e un lungo e meritato riposo dopo le fatiche della giornata. Mercoledì 28, dopo la colazione, tutti pronti a pagaiare sul mitico “Dragone”, una lunga canoa da 20 posti con il quale al ritmo di “Voga! Voga!”, scandito al tamburo dall’infortunato Eugenio, dopo due ore abbiamo raggiunto Viareggio attraverso il canale Burlamacca. Lungo il tratto finale siamo stati accolti dai viareggini e da alcuni turisti con saluti e foto, ma all’arrivo, ahinoi, niente applausi, solo braccia indolenzite e qualche giacca inzuppata d’acqua… Ci siamo rifocillati con un gran panino e poi tutti in spiaggia a giocare a palla avvelenata, un gelato sul lungomare e poi sul treno che ci ha riportati a Rapallo. Una gita divertente e faticosa… ma sempre meglio che restare a scuola!  
facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather